CHIACCHIERE E GLUTEI

2-Apr-2015

 

Sento un sacco di storie fiabesche riguardo l'allenamento dei glutei. Fai aerobica, corri, cammina all'indietro, tira i calci… Ma chiaramente tutte senza una minima base biomeccanica. Eppure basta rifletterci due minuti e il miglior allenamento salta fuori da solo senza iscriversi all'università. Vediamo perchè:senza saper né leggere né scrivere prendiamo dei riferimenti, ad esempio apriamo una rivista sportiva e guardiamo le immagini: chi ha dei bei glutei? Le pallavoliste e le ragazze con in mano i pesi. Ok, allora il primo pensiero (giustamente) è quello di allenarsi come loro. Cosa fanno? Le pallavoliste eseguono dei balzi. Salti eseguiti ad alta velocità di contrazione muscolare con il loro peso corporeo. Le ragazze da sala pesi eseguono degli squat con sovraccarichi. Guardiamo lo squat e vediamo che si presenta come un movimento lento, quindi a bassa velocità di contrazione muscolare con un carico medio alto, generalmente bilanciere o manubri.E allora perchè il consiglio del trafiletto scritto nella rivista consiglia tutt'altro? Forse solamente per riempire la pagina…Vediamo adesso un paio di considerazioni in base alle caratteristiche del muscolo grande gluteo:1- Il grande gluteo è il muscolo più grosso e forte del corpo umano. Già conoscendo soltanto questa informazione si arriva direttamente alla conclusione che le serie di estensione dell'anca (portare la gamba all'indietro) a corpo libero serviranno a ben poco.2- Non interviene molto nella camminata, mentre ha un ruolo fondamentale quando ci alziamo da seduti o da accovacciati. Detto questo il primo pensiero è quello di spegnere il tapis roulant e fare qualche squat o degli affondi.Ci sono molte altre considerazioni riguardo i glutei e l'allenamento ma per adesso mi fermo qui, con pochi punti ma fondamentali. Volevo solo far capire come sia facile trovare un giusto allenamento anche quando si hanno poche informazioni, l'importante è che siano giuste! 

 

 

DRIVEL AND GLUTES

I hear a lot of stories about fabulous workout glutes. Do aerobics, running, walking backwards, pulling the kicks … But clearly all without a minimum basic biomechanics. Just take two minutes and the best workout comes out without university. Let’s see why:

without knowing how to read or write the references we take, for example, open a sports magazine and look at the pictures: who has beautiful glutes? The volleyball players and the girls holding weights. Ok, so the first thought (rightly) is to train like them. What are they doing? The volleyball players perform leaps. Skip performed at high speed of muscle contraction with their body weight. The girls from the gym performing the squat with weights. We look at the squat and see what looks like a slow motion, then low speed of muscle contraction with an average load high, generally barbell or dumbbells.

So why the advice of the short article written in the magazine recommend anything? Maybe just to fill the page …

Let’s see a couple of considerations based on the characteristics of the gluteus maximus muscle:

1- The gluteus maximus is the largest and strongest muscle in the human body.

Already knowing only this information leads directly to the conclusion that the number of hip extension (bring your leg back) free body will serve little purpose.

2- Do not intervene much in the walk, while it has a vital role when we get up from sitting or squatting. That said the first thought is to turn off the treadmill and do some squats or lunges.

There are many other considerations about the glutes and training but for now I’ll stop here, but with a few key points. I just wanted to see how easy it is to find a proper workout even when you have little information, the important thing is that they are right!

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

in primo piano

COSA SERVE PER ALLENARSI?

25-Aug-2017

1/1
Please reload

post recenti
Please reload

social
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon

©2020 Riccardo Redina - All Rights Reserved